Il nostro bisogno di consolazione

Dimensioni parallele….quando le parole d’altri sembrano esprimere te…

sguardiepercorsi

Torno a casa nell’aria fresca, sotto un cielo terso blu cobalto che si avvia verso il blu oltremare. Scendo dall’autobus un paio di fermate prima della mia per fare due passi e lasciar decantare la giornata. Mi prendo un po’ di tempo per godermi il cielo.
Cammino piano, e lascio entrare le sensazioni.
Un barista fuma la sua sigaretta appoggiato al muro con lo sguardo immerso nei fatti suoi, ragazze in minigonna si avviano allegre verso la loro serata, un uomo con la cravatta allentata e l’aria stanca cammina facendo dondolare la sua borsa e forse anche i pensieri.
Ci incrociamo per un attimo, passanti sconosciuti.
Cammino e respiro, e ad ogni passo un pezzetto di fatica rimane sul marciapiede alle mie spalle. Perché oggi è stata una giornata un po’ storta, arrivata così, senza un motivo preciso, senza una causa scatenante. Succede. Succede che un giorno ti senti triste…

View original post 365 altre parole

Annunci

Stasera baro coi tempi

Francesco Nigri

20130831-223717.jpg

Stasera baro coi tempi e ti bacio
perchè qui non potrai eluderti ancora
qui si ferma il tempo e ti stanzia in braccia
mantata a me d’ogni estate che fuggi

E allora salto l’autunno e le foglie
qui l’inverno è un calore che si danza
e il freddo di cui si veste la notte
è la tua bocca umida che si spande

La sento la sento qui nel mio sguardo
le tue colline vogliono il mio mare
delle onde alte che immergono gli scogli
e il suo profumo è nudo ad ogni lana

Vivrai ora la stagione che saliva
quella che scotona le chiome a pelle
quella dell’afa spenta in ceppo acceso
quella del vento che sbriglia l’attimo

Ti bacio di barare a fine agosto
e il tuo sapore è una vela salmastra
rispiegata a te più che al mio timone
e nella spuma è tutto il tuo volerlo

francesconigri©31.08.2013

View original post