Namasté

E’ necessaria pace. Pace con i propri ricordi, con tutto quello che è mancato, sfuggito, che non si è capito, che non ci ha capito. E’ necessario provare ad amarsi finalmente, perché finché non si è capaci di accogliersi non si sarà mai in grado di credere per davvero che ci possa essere qualcuno, o Qualcuno, che possa accoglierci, amarci, così come siamo. 
Il silenzio…la fuga…hanno il loro tempo. Ed è un tempo giusto, quando ciò è necessario. Ma c’è un tempo, c’è, un tempo giusto per non usare il silenzio per far sentire la propria voce, per punire e punirsi, c’è un tempo giusto per non fuggire ancora.
Annunci

4 Pensieri su &Idquo;Namasté

  1. Eh! Bisogna essere pronti… c’è chi continua sempre a fuggire senza neanche rendersene conto. Mentre il silenzio è tutt’altra roba. Lo usiamo come arma, come ripicca, ma anche quando ci rendiamo conto che ha proprio la sua ragione. Non perché è anche lui una fuga, no, per niente… per alcune persone non resta altro. Chi invece li capisce, i tuoi silenzi, capirà anche il loro perché.

  2. Quando arriverà quel momento? mi chiedo quando? non dovrò continuamente ammutolire me stessa e quello che provo….il silenzio è l’arma che uso quando non riesco più a difendermi e tutto attorno mi comprime e mi tappa la bocca…”non fia…..ta…..re”…..nessuno deve sapere che tu stai male!!!……rido !! certo che rido e parlo..tanto, anche troppo….perchè il mio silenzio non è vocale…è difficile spiegare……………………………………………………………………………………………..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...