"Quando ho cominciato ad amarmi mi sono liberato di qualunque cosa non fosse buona per la mia salute, cibo, persone, cose, situazioni e qualunque cosa mi spingesse giù e lontano da me stesso. All’inizio chiamavo questo atteggiamento un sano egoismo. Oggi so che è amore di sè stessi.  "2889999"""    

All'inizio fu solo un bisogno, al quale non sapevo proprio che nome dare. E' iniziato oltre un anno fa e ha preso il via tagliare, tagliare, tagliare. Un anno e mezzo da nomade, tra una casa e l'altra, inseguendo urgenze, tamponando problemi, la testa che scoppia, la paura, le delusioni. A parer mio son diventata selvatica. Le amicizie smesse seguendo istinti forse neppure motivati. Distanze anche da chi è rimasto. Uno sguardo che sembra arrivare da lontano. Oggi ancora taglio, dagli impegni, dai sogni inseguiti sensa sosta, dal facile illudersi. Taglio, taglio.  Ancora non so il nome da dare a questa esigenza e francamente non m'importa definirla. Magari fosse amore di sé stessi, magari. Le parole spesso sono come bei pacchi regalo al cui interno stanno oggetti banali, scelti a caso, di nessun valore. Io sono molto stanca, questo sì. E tutto ciò mi attrae e spaventa insieme. Voorei stare in mezzo a tanta gente, ballare, cantare….ma anche rinchiudermi nella mia tana tra gli ulivi e non sentire nessuno per giorni e giorni. Tento di scegliere solo ciò che mi rallegra momento per momento.

(….post in divenire)

Annunci

5 Pensieri su &Idquo;

  1. Il vivere l'attimo, senza pensare al futuro. Questo fa il panico, questo fa il voler tutelare se stessi dal dolore. Che non è un dolorino, una piccola delusione. Abbiamo dato, cara Plillina, e arriva il momento in cui dire basta, arriva il momento di dire che se quella persona ci rende infelici, ci fa incazzare ma che vada al diavolo, vien spinta nell'oblio delle conoscenze. Arriva il momento di fare le cose che ci rendono sereni, anche stare sotto gli ulivi in solitudine a ballare con la luna.

    Un abbraccio.

  2. @Simpal: una crisi come quella del nostro attuale governo…persiste e non trova soluzione!

    @Ale: il mio è un basta di ampia portata. questo mi preoccupa.

    @Anna: certo, è Vita. e siam tutti contenti.
     

  3. No, non te ne devi preoccupare. La vita si rinnova sempre, mentre tutto scorre (per citare i negamaro), e tu ti ritroverai, ti perderai ancora e nel frattempo lascerai dietro di te persone o cose, magari da ri-incontrare prima o poi senza aspettative. Io ormai faccio così, non mi aspetto più niente, mi è preziosa anche la più piccola confidenza, sorrido sempre e comunque, che tanto poi la vera natura delle persone prima o poi esce. A quel punto decido se sorridere o ignorare. E il sorridere è sempre una sorpresa! ;-)))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...