35°. Una fetta d’anguria, due bicchieri di vino bianco. Poi l’auto che srotola sul cavalcavia. Mi sento ferma, vuota, come fuori da me. Una sterzata. Vorrei sterzare verso il guard rail. E’ così affascinante questo pensiero. Andare a sbattere. Non per morirne, no. Ma per potermi fermare davvero. Un piccolo coma, addormentarmi e non sapere ne sperare più. Riposare. Almeno per un po’. Mi sfiora l’immagine delle persone che mi amano, ma anche questa è sbiadita, sembra non avere importanza, non ora. Vorrei non esserci. Il cavalcavia finisce, non ho sterzato. Ancora una volta la mente lavora da sè, immagina reazioni, parole, situazioni. Non si può. Sarebbe l’ennesima debolezza.

Mi sento un automa. La strada va da sè, direzione casa mia. Sento le gomme sgraffignare l’asfalto, pare l’unico dettaglio capace di attirare la mia attenzione. Poi arrivo. Lascio il cancello aperto. Prendo dei capi bianchi stesi ad asciugare al sole per stirarli. Doccia. Mi cambio. Ho un appuntamento. Ancora la responsabilità degli altri. Dei sentimenti di uno sconosciuto. Vorrei esser delicata, ma chiudere ogni porta. Mi sento male al pensiero che qualcuno creda  di amarmi sapendo che non posso ricambiare. La vita è un cane che si morde la coda. Siamo vittime e carnefici ad ogni soffio di respiro.

Stasera ci sarà la partita della squadra di basket cittadina in corsa per la serie A. Un grande evento, legato anche all’azienda per la quale lavoro. Sarò là, non da vera sportiva, ma da appassionata un po’ di tante cose, come al solito. Son certa che salterò in piedi, tiferò, vorrei anche mettere la maglia della squadra. Tutto così. Con le lacrime da masticare. La mancanza che divora. La disperata voglia di resistere. La folla colorata. Gli amici sorridenti.

Non vi allarmate, se leggete. E’ un buco nero questo. Ma so che, in qualche modo, anche questo passerà.

 

Annunci

10 Pensieri su &Idquo;

  1. mi sembra quasi di vederti, guidare, fare quei gesti.. si, staccare sarebbe un bene, lo dico anche perchè non ho potuto farlo ma avrei voluto tanto.. qua c’è un letto per te, quando vuoi. Niente movida notturna dato che non saprei dove portarti, ma so ascoltare. Al massimo posso offrirti un biglietto per il musica al quale partecipo! 😉

    :-*

  2. mi sembra quasi di vederti, guidare, fare quei gesti.. si, staccare sarebbe un bene, lo dico anche perchè non ho potuto farlo ma avrei voluto tanto.. qua c’è un letto per te, quando vuoi. Niente movida notturna dato che non saprei dove portarti, ma so ascoltare. Al massimo posso offrirti un biglietto per il musica al quale partecipo! 😉

    :-*

  3. non per fare quello che non crede: non dirlo, che non si può mai essere sicuri, quando si parla di cose così.
    certe volte, passa, ma passa quasi tutto. non tutto.

    non dico altro.
    forza. e poi hai gli amici. ed è una cosa che conta, anche. conta.
    coraggio.
    e butta via certi pensieri. anche se fatti così, un po’ per…quello di sterzare ecc ecc.
    neanche da farsi, certi pensieri.

    così
    ciao

  4. non per fare quello che non crede: non dirlo, che non si può mai essere sicuri, quando si parla di cose così.
    certe volte, passa, ma passa quasi tutto. non tutto.

    non dico altro.
    forza. e poi hai gli amici. ed è una cosa che conta, anche. conta.
    coraggio.
    e butta via certi pensieri. anche se fatti così, un po’ per…quello di sterzare ecc ecc.
    neanche da farsi, certi pensieri.

    così
    ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...