Così.

Mi sono stancata di me. Come quando finisce l’inverno e proprio non se ne può più degli abiti pesanti. Come di un tavolino che intralcia la camera e ci si deve sempre fare il giro intorno per andare dall’altra parte o sedersi sul divano. Come il cassetto colmo di biglietti di viaggio, fiori essiccati, appunti, ricevute di ristoranti o hotel, ingressi di musei o teatri, come tutte quelle cose alle quali ci si  illude di poter agganciare un’emozione, un ricordo mentre infine solo ingombrano un cassetto che sarebbe così bello da aprire e trovare semplicemente vuoto.

Sono stanca dei pensieri che sembrano aprire infiniti sentieri ed infine poi non portare a nulla. Sono così stanca delle mie parole che si, son tante e a ben vedere sempre le stesse, che è inutile ripeterle ancora. E ben vorrei, se solo ne fossi capace, stare zitta, proprio zitta,e solo guardare.

 

Mi sono stancata così tanto di me, che mi esco fuori e prendo il sole.

Siedo sopra un muretto, con un libro in mano, in una pausa, non pausa, di una vita che corre. E credo in questo muretto duro sotto le mie natiche, in queste pagine di carte fra le dita che potrei stracciare o voltare con cura. Credo in questo sole sul viso, perché poggio la mano sulla guancia e ne sento il calore scaldare la pelle. Parafrasando un’amica, oggi riesco a credere solo in ciò che tocco, ciò che sento, ciò che vedo, ciò che gusto, ciò che odoro. E quel ‘sento’ non il mio solito ‘sento’, ma un udire con le orecchie parole pronunciate e suoni emessi. E nel momento che non tocco, non sento, non vedo, non gusto, non odoro, null’altro credo esista se non il vuoto, l’assenza, la non presenza, lo spazio, l’abisso, il precipizio, dove poter star soli e imparare a viversi almeno un po’.

 

Sono proprio troppo stanca di me, tanto da non aver più voglia di inventarmi diversa da così.

[comunque significhi questo vago ‘così’]

Annunci

19 Pensieri su &Idquo;Così.

  1. Pli, che voglia di vederti, sentirti, abbracciarti… tu così simile a me, con le stesse sensazioni quasi in contemporanea, perchè le mie lacrime di ghiaccio erano questa stessa stanchezza di guardarmi dentro, di spiegarmi passi ed errori, delusioni e gioie… un bacio grande.

  2. Ma poi arriva la primavera,si svuotano i cassetti,la stanchezza cede il posto alla leggerezza ma soprattutto alla tua ROBYL che lei si è stanca di star chiusa in valigia:))ti voglio bene Rugiada CIAO dal tuo raggio di sole

  3. …perchè spesso ci si perde in una gocciolina d’acqua (o di sabbia)…invece la cosa è così semplice…muretto duro sotto le natiche, pagine di carta che PUOI SCEGLIERE di voltare con cura o stracciare,calore sulla pelle,suoni e colori…chi ti chiede di essere diversa da così, [comunque significhi questo vago così], anche quando sei tu stessa a farlo, forse vuole andare a tutti i costi oltre…a che cosa non si sa…
    ti stringo forte…anche se non lo senti…anna

  4. Come fai ad essere stanca di te, che sei cosi’ bella? Comunque. Fai le pulizie di primavera. Funzionera’.
    In bocca al lupo per questo momento polveroso
    charm

  5. d’accordo con charm…è il periodo giusto per le pulizie di primavera. poi improvvisamente ti accorgi di essere meglio di come ti aspettavi e non sei più stanca 🙂

  6. brrr…… a volte rileggermi dopo qualche tempo mi fa paura…vi trovo cose che al momento in cui scrissi non mi erano così chiare. Sembra quasi che mi siano sfuggite le parole da qualche cassetto ben nascosto!

    baci a tutti

  7. Io mi riempio delle stesse cose di cui son pieni questi tuoi cassetti, me ne circondo, mi infondono sicurezza. Spero sinceramente di non lasciar andare mai via dalla memoria almeno l’impronta delle emozioni a cui lego ognuno di quei frammenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...