Vorrei braccia enormi. Lunghissime e morbide e calde. E vorrei che altri, tanti, tutti, avessero le stesse braccia. Protese le une verso le altre. Vorrei un intreccio di braccia a circondare e scaldare questo Natale. Questi giorni. Freddi. Freddi dentro e luciccosi intorno. Vorrei giorni semplici, fatti di poche parole e mani nelle mani. Mani a trattenere il calore di una vicinanza. Calore da portare dentro e custodire preziosamente. 

[E’ morto il papà di un amico, nella notte. E ieri, in un paese vicino, un uomo è stato travolto dal proprio trattore. Rientrava a casa per farsi una doccia e raggiungere la moglie in sala parto in attesa del loro secondo bambino. Non c’è molto da dire. E’ così che va. Neppure di che stupirsi.Ci sarebbe solo da avere braccia lunghissime e abbracciarsi e tenersi stretti stretti.]

E sorridere. Che tanto la vita va da sè.

ps x la mia Annuccia che parte in India: gli abbracci sanno essere stretti stretti anche quando si è lontani lontani. Non ci sono vuoti, mancanze, distanze…laddove ci si sente vicini col cuore. :O) 

   

Annunci

41 Pensieri su &Idquo;

  1. già…le braccia lunghe lunghe…quante volte le ho desiderate, per arrivare fino al Cielo, oppure al di là del mare. Per stringere, ma anche solo per mettere una mano su una spalla…perchè a volte avere le persone dentro al cuore, anche se lo fanno più bello, a volte proprio non basta…ti porto con me lilli, in una tasca della valigia. A presto gocciolinadi meraviglia.
    anna

  2. …che poi quando tutto sembra così assurdamente tragico basterebbe un gesto… il più semplice di tutti… per darci la sensazione più dolce di calore e di protezione…
    quel gesto che spesso viene sporcato da tabù e malizie… ma che è così semplicemente puro…

    la tua amica dove va di preciso?
    puoi dirle di salutare il pezzo di me che è in quella terra meravigliosa?

    ti abbraccio

  3. …che poi quando tutto sembra così assurdamente tragico basterebbe un gesto… il più semplice di tutti… per darci la sensazione più dolce di calore e di protezione…
    quel gesto che spesso viene sporcato da tabù e malizie… ma che è così semplicemente puro…

    la tua amica dove va di preciso?
    puoi dirle di salutare il pezzo di me che è in quella terra meravigliosa?

    ti abbraccio

  4. Grazie quero…lo sarà sicuramente…
    Qwe…vado nella regione dell’Andhra Pradesh, il paese si chiama Vyjayawada, e l’orfanotrofio in cui sarò ospitata si chiama Daddy’s Home e ospita 700 bambini dagli 0 ai 18 anni. Vuol dire 1400 occhi neri e luminosi…un Natale vero.Porterò sicuramente il tuo saluto a quella Terra di risaie verdi e terra rossa.
    Un bacio
    anna

  5. sw4n…chissà che non riesca ad andarci pure io. non troppo in là. 🙂

    Fiore..se è tuo amico ti prego di dargli un bacio da parte mia,seno perfettamente quel che intendeva dire. :*

    Anna… mi hai sferrato un pugno nello stomaco..è vero, a volte proprio non basta avere le persone dentro il cuore. E quando non basta…è tanto dura. C’è qualcosa da imparare di sicuro anche da questo. Mettimi nella tasca, ma tienimi al caldo. Ho bisogno di tepore.
    Ti abbraccio fortissimo.

    Quero…un po’ esiste. un po’. 🙂

    Lu’…questa non chiedo di spiegarmela, anche se non ho capito il perchè del tuo grazie me lo prendo tutto tutto.
    ho braccia tanto lunghe…forse vanno troppo lontano.

    Qwe…in pochi sanno per davvero del potere di un abbraccio caro amico.a volte basta proprio solo quello. ma non può esser solo di braccia, certo. 🙂
    e poi…
    ANNAAAAAAAAAAAAAAA se ci sei ancora batti un colpo!

  6. In questi giorni freddi e tristi mi vengono a mancare quei piccoli gesti,un abbraccio,un sorriso,una carezza,niente!!!!
    Che si fa in questi casi,quando le persone che credi piu’ vicine ti passano davanti con indifferenza.
    Vorrei un tuo abbraccio adesso…

  7. Non lo so che si fa. So che fa male. Ma so che a volte siamo proprio noi a respingere con la montagna delle nostre attese..come se si creasse un filtro, un muro che impedisce a chi ci sta accanto di vedere. O forse è che inutile attendere e solo si dovrebbe fare i conti dentro di sè. Non so anonimo. le risposte teoriche le avrei. ma so che a volte qualcosa dentro di noi si intristisce e ci si sente traditi anche dai propri pensieri. e allora nessuna risposta sembra dare sollievo.
    accogliti. bastati da te. quando le attese diminuiranno..molto arriverà.
    (e quel che accade a me. dove non attendo….arriva di tutto. giuro! :))
    Ti abbraccio, certo che si.

  8. “eppure il vento soffia ancora, spruzza l’acqua alle navi sulla prora e sussurra canzoni tra le foglie e bacia i fiori..li bacia e non li coglie”

    ora come ora un abbraccio mi servirebbe, ma non c’è. mi accontento di un 2007 che se ne va.spero si porti via tutti i guai che mi ha portato.
    “un abbraccio” Mart.

  9. “eppure il vento soffia ancora, spruzza l’acqua alle navi sulla prora e sussurra canzoni tra le foglie e bacia i fiori..li bacia e non li coglie”

    ora come ora un abbraccio mi servirebbe, ma non c’è. mi accontento di un 2007 che se ne va.spero si porti via tutti i guai che mi ha portato.
    “un abbraccio” Mart.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...