627773986ff479e556baab8780b4a841

Ed il tempo giunse al termine, così come accade di quasi ogni cosa, così soprattutto di quello che si afferma voler far durare sino al domani fingendo di crederci e di fatto non avendo coraggio di vivere sino in fondo neppure nell’attimo. Lei si voltò e per qualche secondo tutto sembrò prendere vita e girarle vorticosamente intorno. Riportò lo sguardo davanti a sè, lentamente, con fatica antica. Avrebbe voluto aggrapparsi a quell’aria densa, pesante, chiudere gli occhi e farsi assorbire, per mutare, cambiare forma e sostanza. Invece fece un passo. E poi un altro. E un altro ancora. Vedendola qualcuno avrebbe potuto descrivere quel passo come fiero e determinato.

Eppure….eppure era solo sopravvivenza. Ma queste sono cose che sarebbe meglio non dire.

[agglomerato di ricordi e fantasia di una notte senza sonno]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...