Esperienza d'amore

Che cos’è quel desiderarsi degli amanti, quel loro cercarsi e toccarsi se non un tentativo di violare i loro esseri nella speranza di accedere a quel vertice morale che è la comunicazione vera, al di là di quella finta comunicazione a cui ci obbliga la nostra cultura della funzionalità e dell’efficienza?

Per essere davvero il controaltare della tecnica e della ragione strumentale che la governa, amore non può essere la ricerca di sè che passa attraverso la strumentalizzazione dell’altro, ma deve essere un’incondizionata consegna di sè all’alterità che incrina la nostra identità, non per evadere dalla nostra solitudine, nè per fondersi con l’identità dell’altro, ma per aprirla a ciò che noi non siamo, al nulla di noi.

Allora davvero l’amore si pone come radicale sovvertimento della stabilità, dell’ordine,dell’identità,della proprietà che, per usare una metafora jaspersiana, sono regolati dalla legge del giorno che nulla sa della passione per la notte, che inabissa ogni stabilità e ogni identità diurna perchè possa farsi strada amore.

E, con amore, l’altro, non perchè io possa reperire il senso profondo di me stesso, ma perchè posso perdere quel me stesso diurno che non mi consente di accedere a quella notte dell’indifferenziato da cui un giorno siamo emersi, ma con cui sarebbe estremamente pericoloso perdere i contatti.

Per questo diciamo che amore non è una cosa tranquilla, non è delicatezza,confidenza, conforto. Amore non è comprensione, condivisione, gentilezza, rispetto, passione che tocca l’anima o che contamina i corpi. Amore non è silenzio,domanda, risposta, suggello di fede eterna, lacerazione di intenzioni di un tempo congiunte, tradimento di promesse mancate, naufragio di sogni svegliati. Amore è violazione dell’integrità degli individui, è toccare con mano i limiti dell’uomo." (da "Le cose dell’amore" di U. Galimberti)

Questo intendo con fare esperienza d’amore. Bella scommessa, vero?

Annunci

19 Pensieri su &Idquo;Esperienza d'amore

  1. ** Milit
    ci tento….però sai, diciamolo, se ci fossi vicina avrei ben poco da teorizzarci su 😉

    **Nick
    tu vai oltre Dani…a me pare già cosa quasi impossibile toccare i propri e altrui limiti, essere disposti…non è cosa da poco…significa iniziare col porsi verso l’altro senza dar niente, neppure quella briciola di conoscenza che faticosamente ci sembra di conquistare, per finito o definito…e far tutto questo laddove la distrazione (vera regina dei nosri tempi) regna sovrana e compiaciuta di sè.
    Comunque Dani non parlo di un obiettivo da raggiungere…solo di un tipo di percorso che si può scegliere, che mi affascina, attira irresistibilmente…

  2. boh!
    ho paura che amore (che poi chissàcos’èdipreciso) non sia così predisposto e ben disposto a farsi sovraccaricare di troppe cose…
    ho paura che poi fugga via…
    che ne so…
    io alleggerirei un pochettino…

  3. **CrocD
    caspita che accoglienza! Come va la vita?

    **Qwe
    preferisco non aver paura di quella paura che possa fuggir via (che c’è) se la sensazione è di aver a che fare con l’amore…ma non è amore che si sovraccarica di qualcosa, certo che no…
    e poi alleggerire significa mettere a tacere una parte di me, una forzatura.

    E poi ancora….sono parole che tentano di definire, di dare contorno ad un certo sentire. ma la sostanza è quello che con l’altro si vive, a pelle, in quei momenti durante i quali non c’è proprio nulla da dire. Il resto è tentativo di conoscenza, di confronto, che nulla a che fare con il sentimento che si prova.
    io avrei più fiducia nell’amore… 🙂

  4. **stella
    bentrovata!

    **qwe
    due lati della stessa medaglia insomma!

    **struzzonero
    da un po’ si su questi lidi! BenRItrovato :))

    **binjip
    se le perdi significa che le fai..e scomettere significa crederci…aver fiducia (ma che lo dico a fare a te intenso cantore dell’amore?)
    🙂

  5. **apetta
    no, certo non per forza…per sgombrare il campo, per tentare di far luce sugli umori…
    oh belli che ci posso fare? Per me il silenzio è una cosa che accade…ma ci vuole impegno e conoscenza, altrimenti scivola nel vuoto…sono per la comunicazione, anche verbale, ad oltranza!
    poi…poi mi rassereno in un abbraccio e non ho bisogno di altro.
    (ma questo shhh…è un segreto!) 😉

  6. **Ale
    capiscoatè…assolutamente sì!!
    (da te, se vuoi cancella eh..)
    Bacioribaciato

    **qwe
    tanto per esser originale 😉 ti dico che allora preferisco il diamante così i lati prima d’esplorarli tutti mi si finisce il tempo!

  7. Che argomento di fuoco :-). L’amore… difficile definire amore, ognuno di noi ha la sua idea di amore. I limiti dell’altro, i propri, secondo il mio essere amare è inglobare questi limiti dentro il sentimento, perchè in fondo se siamo giunti ad amare lo abbiamo fatto con quelli. Sono d’accordo con te che si tende a prevaricare più che a comprendere, ma fa parte della persona, del suo modo di amare. Non è tranquillo l’amore, è un terremoto in atto, destabilizzante e al contempo un mare calmo, un volere, un toccare, un prendere, un donare, un allontanarsi per non bruciare troppo. L’amore è un illuminare ed un essere illuminati, come sole e stelle in alternanza.
    Vabè, scusa la prolissità e sicuramente sono andata fuori tema, ma seguivo un pensiero.

    un abbraccio
    Black

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...